News del 09-11-2011
Mercoledì 09 Novembre 2011 00:00

Trovo finalmente il tempo, dopo vari impegni, di pubblicare una raccolta di ben 8 cartoline che hanno come filo conduttore le chiese di Romano: curiosamente forse alcune tra le chiese meno importanti, sicuramente qualcuna tra le meno conosciute della cittadina...

Il lotto di cartoline fotografiche, realizzato presumibilimente artigianalmente proprio dall'esercizio fotografico pubblicizzato (che risulta non esser più esistente) sul retro della prima di queste immagini, riporta infatti testualmente per  "Ogni Sviluppo OMAGGIO Cartolina". Un altro importante indicatore è che le stesse sono state realizzate senza alcun tipo di riferimento nè del luogo che raffigurano (che viene invece poi riportato a macchina, sul fronte della cartolina stessa), nè dell'editore o dell'azienda che le ha prodotte.
L'unico riferimento certo, che torna su ogni retro d' immagine, è la stampigliatura in corsivo "Gevaert" che conferma trattarsi di carta fotografica, prodotta dalla Belga Gevaert nata nel 1890 e fusasi con la tedesca Agfa solo nel 1964.
Inoltre, come spesso accadeva con le fotografie di quegli anni, anche queste cartoline presentano il bordo ondulato, fustellato con un profilo irregolare.

Tralasciando la curiosa e modesta "Madonnina alla Gasparina" (n. 225), di cui purotroppo non dispongo di alcuna notizia, incontriamo la chiesa d'architettura tardo rinascimentale, per tutti conosciuta come la "Madonna della Neve alla Bradella", in realtà intitolata alla Beata Vergine di Loreto. Fu edificata nel 1613 su progetto dell'arch. Gio Antonio Rossi Polissena, residente con la famiglia nella piazza di Borgo Serio. Sempre in Borgo Serio si trova "San Defendino in Piazza d'Armi" (n. 232), poco più che una piccola chiesa affacciata al centro della piazza Papa Giovanni XXIII° (allora Piazza d'Armi), di cui si ha notizia già nel '400.

Allo stesso architetto, si pensa possa appartenere anche il progetto di S. Rocco (n. 227), costruita a seguito della peste del 1630, sul campo delle Gromaglie dove erano stati sepolti i morti per la terribile epidemia. La Chiesa, che sorgeva lungo la strada per Bergamo, in prossimità del guado di Carpeneto, è preceduta da un ampio portico a colonne di pietra al servizio dei pellegrini, che immette all'aula coperta da volta a botte. Annessa alla chiesa si trova la così detta "casa dell'eremita".

In contrada dell'Albarotto si trova invece la chiesa di "S. Michele all'Albarotto" (n. 228), una piccola cappella rurale dei primi del '900 dedicata all'Addolorata, così come in località portico sorge  la chiesa di "S. Lorenzo al Portico" (n. 229), dedicata alla Madonna Addolorata oltre che a S. Lorenzo, i cui lavori iniziarono nel 1613 e furono ultimati, dopo una lunga interruzione, solo nel 1694. L'unica navata, coperta da volta a botte, venne allungata nel 1926. L'opera di allungamento della chiesa comportò ovviamente anche il rifacimento della facciata della stessa.

Proseguendo con l'immagine n. 230, incontriamo una delle più celebri chiese Romanesi del Borgo Meridionale, qui nominata come "Santuario della Fontana" meglio conosciuta come "Chiesa della Madonna della Fontana". Edificata dopo il 1606 in forme tardo rinascimentali, fu arricchita nei decenni successivi  con stucchi decorativi e simbolici, opera di maestranze luganesi. Il campanile barocco fu costruito solo nel 1637, mentre  il pronao neorinascimentale  del 1905 è opera dell'ing. Carlo Manara.
L'immagine posta sull'altare maggiore della Vergine con il bambino e Sant'Antonio Abate, affresco di artista lombardo del primo Cinquecento (poi restaurata nel Seicento dal Salmeggia, che contribui anche ad arricchire il santuario di opere proprie), è l’icona per intercessione della quale la tradizione vuole si fosse miracolosamente salvato Nicolò Dolfini, gentiluomo di Romano, in viaggio con la famiglia verso Crema.

Infine, in località Graffignana, la chiesa di campagna "S. Fermo alla Graffignana" (n. 231).

Sono ora presenti nel sito 232 cartoline di Romano.

 
 

Newsletter

Nome:

Email:

sarai sempre avvisato della pubblicazione di nuove cartoline!